domenica 20 agosto 2017

Ciao a Tutti,
si ci sono ancora e non ho perso la voglia di scrivere, solo che non c'è nulla di cui scrivere...
le barche se ne sono andate quasi tutte, tanto è vero che ora sono la prima barca abitata della rada verso il porto.
L'isola si sta svuotando o meglio si sta rigenerando. Ovvero cambiano i clienti, più europei, cambiano i lavoratori, gente fresca e con meno esperienza, cominciano le sagre estive mentre si cerca di scrutare tra i siti meteo la speranza che le depressioni passino altrove (leggi tempeste tropicali ed uragani).
Quello che non si può evitare sono i periodi senza piogge o come in questo momento i violenti acquazzoni.
Doveva essere una notte tranquilla ed invece eccomi svegliato da un solenne acquazzone con relativo aumento del vento.
Alcuni di voi vorrano sapere come sto: sto bene grazie. Altri vorrano avere notizie di nuove avventure: ma non ve ne sono a parte l'avventura di vivere tutti i giorni.
Quindi: nessuan nuova buona nuova.

martedì 25 luglio 2017

Ciao a Tutti, scusate ma sono stato occupato per un problema catena.
Innanzitutto devo ringraziare Bruno e Arnaud; Bruno per avermi donato le sue catene ed Arnaud per avermi accompagnato a prenderle.
Sarò breve: la catena acquistata alle Canarie a Novembre 2013 si è rivelata un cattivo acquisto.
Uma volta persa la galvanizzazione a causa del pessimo acciaio si è consumata in pochi mesi.
Ho rischiato di perdere la barca.
Non ho fatto le foto perchè mi sono talmente amareggiato che non la voglio più vedere.
Consumate le maglie e addirittura i punti di saldatura si stavano velocemente disgregando.

domenica 16 luglio 2017

Ciao a Tutti,
stavolta non mi sono fatto sentire perché ero un po indaffarato.
Cosa volete sarà capitato anche a voi che un giorno un amico vi chiami e vi dica "ma tu non hai infiltrazioni d'acqua in barca?" ....
E tu che dopo 5 anni di battaglie contro le gocce d'acqua che in una barca magicamente compaiono in punti impossibili dopo essersi infiltrate e avendo seguito percorsi al limite della fisica, dopo aver smontato anche ciò che non lo era arrivato oramai al punto di romperlo pur di smontarlo.... CE L'HAI FATTA!!! piove per giorni e non una sola goccia.
MA POI TI CHIAMA UN AMICO(!!!????!!!!) e ti fa quella domanda ....  e tu non ci pensi, hai vinto;;;;;; e li perdi; SI il Klabauterman ti ha sentito e lui si diverte a prenderti per i fondelli.

Letteralmente ti prende per i fondelli e ti trascina nel baratro.

Perdi la sicurezza in te e poi lentamente trovi la forza proprio come quelle gocce, una alla volta ma continue e cosi piccole ed insignificanti ma cosi forti nel loro persistere.

Comunque bando alle pippe ed ecco a voi l'elenco:
infiltrazione dal cielo sopra il carteggio;
partita l'allarme acqua in sentina a causa della rottura della membrana della pompa a pressione per l'acqua dei lavandini e doccia;
acqua nel cassetto e nel vano sotto il pianale del tavolo da carteggio.

EFFETTI:
smontato il rivestimento del cielo (asse di 3,20 mt x 0,25 mt) che ora vaga all'interno essendo impossibile stivarla, difficoltà ad entrare in bagno con ridotto spazio di movimento in questo ambiente;
mi rimane fortunatamente la pompa a pedale per l'acqua dolce ed un sistema a caduta da una tanica per la raccolta dell'acqua piovana;
questo effettivamente era da un mesetto circa che avevo evidenziato il problema ma sollo ora ho focalizzato che l'isolamento del frigo è andato (ma è durato bene 44 anni) e quindi condensa nei vani sopra il frigo.. effetto frigo spento.

Soluzioni adottate:
risiliconato le viti con dado immerso nella vetroresina del dogger, utile ma l'infiltrazione era dalla corsia dello scorrevole di chiusura della barca, a forza di scorrere si è mangiato tutto il gelcoat e la vetroresina beveva; non potendo smontare la corsia (avrei dovuto smontare tutto il dogger) mi sono limitato a mettere uno strato di resina epossidica ed in un piccolo punto come test sopra alla resina ho posto un nastro catramato che si usa in edilizia per sigillare i muri alla base o nei sottotetti esternamente o nelle giunzioni tra muri e tetti.

per ora ho smontato la pompa e collegato tra loro i tubi per evitare di avere sversamenti; sono alla ricerca in internet della membrana di ricambio e prezzi per sostituire la pompa.

questo è stato un lavoraccio, smontato il tavolo per poter lavorare da sopra, ma dopo aver tolto tutte le viti mi sono reso conto che oramai col tempo e la verniciatura dei legni il tavolo è incollato... e non sono neppure riuscito a romperlo... per fortuna.
quindi ho dovuto arrangiarmi lavorando in uno spazio di 8 cm rimuovendo il vecchio isolamento oramai pieno d'acqua e metterne uno nuovo incollarlo etc il tutto in giornate senza vento con un caldo ed un puzzo di solventi di colla... domani dovrei terminare e lunedì rimettere in funzione il frigo.

E visto che c'ero ho inserito un tubo per recuperare l'acqua piovana dal dogger.

MORALE: attenti alle domande degli amici ... non fate incazzare il Klabauterman.  

domenica 2 luglio 2017

Post numero 3:
premetto ho sempre il problema di non riuscire a girare le foto....
 da tramonti così....










 a tramonti così... i colori non erano così molto più rossi ma erano talmente belli che il mio telefono non riusciva a catturarli e mi ha fatto dei colori così... ma questo è un solo tramonto, e non ho messo tutte le foto.

























Post numero 2:
passaggio di onda tropicale
https://en.wikipedia.org/wiki/Tropical_wave
qui il riferimento ma non esiste in Italiano.
E qui le foto:



Ciao a Tutti,
un pò di post residui....
perchè è meglio saldare i connettori elettrici?
perchè questo dopo anni (Chery ne ha 42 questo è il cavo del salpancora non so di quanti anni ha) di
onorato servizio e dopo che io l'ho controllato 2 anni fa quando ho inserito uno staccabatterie nel circuito mi era sembrato in ordine.... ecco che si sfila e non mi permette di andare a prendere una boa dopo 7 mesi fermo all'ancora.
Ed ho rischiato grosso...
Ieri sono finalmente andato a prendere la boa (qui sono tutte pagate da locali o lavoratori che magari le lasciano libere nella stagione degli uragani) e salpando l'ancora ho avuto il problema che la catena, dopo aver lavorato correttamente i primi metri, mi usciva dal barbottin... inizialmente ho pensato per lo sporco accumulato sulle maglie della catena, ma visto che il problema aumentava mi sono fermato a controllare le maglie.... si erano talmente usurate che si è "allungata", è aumentata la distanza interna tra le maglie e quindi esce dal barbottin.

In pratica: si è ridotto sensibilmente il punto di rottura sotto carico della catena....
HO RISCHIATO DI PERDERE LA BARCA!
Per fortuna e solo per questa, poichè in acqua non si vedeva questa usura, e per il fatto che avevamo una catena sopradimensionata sono ancora in barca.

domenica 18 giugno 2017

Ciao a Tutti,
inizia bene quest'anno la stagione.....










 e per chiudere la giornata ... tramonto con uccello....